Basso contenuto di grassi o basso contenuto di carboidrati? È un pareggio!

Nessuna delle due opzioni è meglio dell’altra: tagliare i carboidrati o i grassi elimina il peso in eccesso nella stessa proporzione secondo un recentissimo studio pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica JAMA (Journal of the American Medical Association).

“Tutti abbiamo sentito la storia dell’amico che ha seguito una dieta che << ha funzionato benissimo!>>, poi un altro amico provando la stessa dieta: << non ha funzionato affatto!>>” commenta il prof. C. Garden autore dello studio. “è perché siamo tutti molto diversi e stiamo appena iniziando a capire le ragioni di questa diversità, forse non dovremmo chiederci qual è la dieta migliore, ma qual è la dieta migliore per chi?”

Ricerche precedenti hanno dimostrato che una serie di fattori, tra cui la genetica, i livelli di insulina ( fondamentale nel regolare il glucosio nel sangue ) e il microbioma ( insieme dei microrganismi dell’intestino) potrebbero essere decisivi nella perdita di peso.  Lo studio in questione è dedicato alla genetica e all’insulina, e ha cercato di scoprire se queste caratteristiche biologiche portano il corpo di una persona a favorire una dieta a basso contenuto di carboidrati o una dieta povera di grassi quando si cerca di perdere peso.

NON SOLO QUANTITÀ, TANTA QUALITÀ

In questo studio sono stati coinvolte più di 600 persone tra uomini e donne divisi in due gruppi dietetici: basso contenuto di carboidrati o basso contenuto di grassi. Durata della dieta : 1 anno.

La chiave dello studio, commenta Gardner, è stato sottolineare che si trattava di una dieta sana: una bibita potrebbe essere a basso contenuto di grassi, ma certamente non è salutare. Il lardo può essere a basso contenuto di carboidrati, ma un avocado sarebbe più salutare. “Ci siamo assicurati di dire a tutti, indipendentemente dalla dieta in cui si trovavano, di non scegliere cibo conveniente e industriale, ma di puntare sul “mercato contadino”. Inoltre, abbiamo consigliato di seguire una dieta che non facesse sentire affamati- altrimenti sarebbe stato difficile mantenere la dieta a lungo termine “, ha detto Gardner. “Volevamo che scegliessero una dieta a basso contenuto di grassi o a basso contenuto di carboidrati che avrebbero potuto potenzialmente seguire per sempre, piuttosto che una dieta che avrebbero abbandonato al termine dello studio“. Personalmente credo che sia un aspetto importantissimo che anche io come nutrizionista, curo molto nello sviluppare le diete ai miei clienti.

Durante il periodo di 12 mesi, i ricercatori hanno monitorato i progressi dei partecipanti, registrando informazioni sul peso, la composizione corporea, i livelli di insulina di base e quanti grammi di grassi o carboidrati hanno consumato giornalmente. Alla fine dello studio, le persone in entrambe i gruppi avevano perso, in media, 13 chili. C’era ancora, tuttavia, un’immensa variabilità della perdita di peso tra i partecipanti. L’autore però non ha trovato alcuna associazione tra la genetica o tra i livelli di insulina di base e la propensione ad avere successo con entrambe le diete.

“Forse il più grande risultato di questo studio” ha detto Gardner “è che la strategia per perdere peso con un approccio a basso contenuto di grassi o a basso contenuto di carboidrati è simile. Mangia meno zucchero, meno farina raffinata e più verdure possibili. Preferire cibi integrali, sia che si tratti di un’insalata di cereali o di manzo nutrito con erba.” … “ Da entrambe le parti, abbiamo sentito dalle persone che avevano perso maggior peso che le avevamo aiutate a cambiare il loro rapporto con il cibo, e che ora erano più riflessivi su come mangiavano”, ha detto Gardner.

Sento che dobbiamo il dovere di far capire agli americani di essere più intelligenti di dire semplicemente ‘mangia di meno’. Penso anche che ci sia l’opportunità di scoprire qualche personalizzazione – ora dobbiamo solo lavorare per legare insieme i vari pezzi “.

 

REFERENZE

Story Source:

Stanford Medicine. “Low-fat or low-carb? It’s a draw, study finds.” ScienceDaily. ScienceDaily, 20 February 2018. <www.sciencedaily.com/releases/2018/02/180220123124.htm>..

Journal Reference

  1. Christopher D. Gardner, John F. Trepanowski, Liana C. Del Gobbo, Michelle E. Hauser, Joseph Rigdon, John P. A. Ioannidis, Manisha Desai, Abby C. King. Effect of Low-Fat vs Low-Carbohydrate Diet on 12-Month Weight Loss in Overweight Adults and the Association With Genotype Pattern or Insulin Secretion: The DIETFITS Randomized Clinical TrialJAMA, 2018; 319 (7): 667-679 DOI: 1001/jama.2018.0245

 

 

dott. Giani Fabrizio        
Biologo Nutrizionista e Naturopata
333-3143263

 

curati di ciò che mangi e ti curerai mangiando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *